mercoledì , 28 giugno 2017

Home » Robotica » Nano-robot potrebbero causare l’estinzione del genere umano

Nano-robot potrebbero causare l’estinzione del genere umano

marzo 23, 2017 2:26 am Category: Robotica, Zoom On A+ / A-

L’essere umano potrebbe, entro la fine di questo secolo, affrontare una terribile minaccia. Il monito arriva da Louis Del Monte, fisico statunitense che,  nel suo nuovo libro “Nanoweapons: A Growing Threat to Humanity” pubblicato dalla University of Nebraska Press, descrive il futuro prossimo di una possibile guerra combattuta da robot di minuscole dimensioni a forma di insetti. Questi ultimi, grandi appena come una ciocca di capelli potrebbero essere utilizzati e programmati per compiere azioni altamente distruttive come avvelenare cibo e acqua e trasportare esplosivi talmente potenti da far saltare in aria un intero edificio.

Il progresso della nanotecnologia potrebbe, secondo la visione di Del Monte, essere ancora più pericoloso dello sviluppo delle armi nucleari convenzionali e non è un caso che Stati Uniti, Russia e Cina stiano attualmente investendo miliardi di dollari nella ricerca dando il via di fatto ad una nuova incredibile corsa agli armamenti.

Louis Del Monte

Ma non solo gli stati nazionali cercano di aggiornare le proprie armi, Del Monte è infatti convinto che anche gruppi terroristici organizzati saranno in grado di dotarsi di queste nano-armi letali nel corso dei prossimi tre anni attraverso il mercato nero. I nanobot, robot killer di dimensioni nanometriche, infatti sposano perfettamente le esigenze di una difficile rilevabilità.

“Gli eventi che la maggior parte delle persone considerano come possibile causa di estinzione dell’umanità, come ad esempio un grande impatto di un asteroide o l’eruzione di un super-vulcano, in realtà hanno una probabilità relativamente bassa di verificarsi, nell’ordine di una su 50.000″, scrive del Monte. “Ovviamente le nano-armi sono in cima alla lista, con un una possibilità su 20 di causare l’estinzione della razza umana entro la fine di questo secolo.”

Questa stessa previsione è stata paventata la prima volta già nel 2008 da esperti del Global Conference Catastrophic Risk presso l’Università di Oxford i quali hanno eletto la nanotecnologia molecolare come una delle minacce più attuali per lo sterminio degli esseri umani.

 

scroll to top
TimeStars