giovedì , 24 Gen 2019

Home » Spazio » Il fantasma dello spazio incanta gli astronomi

Il fantasma dello spazio incanta gli astronomi

Mag 21, 2009 5:49 pm Category: Spazio, Zoom On A+ / A-

Il satellite Chandra della Nasa ha individuato un “fantasma cosmico” intorno ad un buco nero.

Il fantasma si mostra come una sorgente azzurra ripresa da un satellite in grado di rilevare la radiazione X. Battezzato HDF 130 si trova a circa 10 miliardi di anni luce dalla Terra e la sua origine risale a tre miliardi di anni dopo il Big Bang quando stelle e galassie si formavano senza sosta.

Il fantasma è ciò che rimane dopo che altre radiazioni zampillate dal buco nero sono scomparse. Per questo esso testimonia un’imponente eruzione prodotta dal buco nero offrendo la possibilità agli scienziati di indagare quanto è accaduto in un tempo lontano quando l’universo era ancora molto giovane.

La potenza dell’eruzione è calcolata pari a miliardi di supernove (che sono le esplosioni degli astri alla fine della loro vita). Essa produceva grandi quantità di onde radio e radiazioni X, ma le prime si disperdevano e gli elettroni meno energetici interagendo con il mare di fotoni rimasti dopo il big bang producevano raggi X.

EMISSIONE RADIO – “Il fantasma ci racconta che l’eruzione è avvenuta dopo molto tempo la creazione del buco nero” spiega Scott Chapman della Cambridge University. Altri fenomeni del genere erano stati prima osservati solo provenienti dalle galassie.

Nel fantasma HDF 130 è stato rilevato un solo punto emittente in radio e questa è la “firma” della presenza di buco nero supermassiccio.

scroll to top
TimeStars