giovedì , 17 agosto 2017

Home » Misteri » Mauritia, il continente sommerso

Mauritia, il continente sommerso

febbraio 7, 2017 9:28 am Category: Misteri, Scienze, Zoom On A+ / A-

Nuovi dati raccolti dal gruppo di ricerca di Lewis Ashwal  dell’università sudafricana del Witwatersrand,  e pubblicati sulla rivista Nature Communications confermano la scoperta di un continente perduto. Mauritia, questo il nome del continente che comprendeva Madagascar e India ed era probabilmente formato soprattutto da grandi isole che poggiavano tutte sulla stessa placca di crosta continentale, potrebbe essere scomparso 80 milioni di anni fa, poco prima della nascita della catena montuosa dell’Himalaya. Secondo i ricercatori è probabilmente andato in frantumi e poi sprofondato per essere sommerso poi da quello che oggi è l’oceano Indiano a causa di incredibili movimenti tettonici. I resti di questa antichissima crosta continentale sono emerse dall’analisi dei materiali eruttati dai vulcani che hanno dato origine alle attuali isole Mauritius, a ovest del Madagascar.

Le fasi della scoperta

Sull’isola di Mauritius, che si è formata da eruzioni vulcaniche non più di 9 milioni di anni fa, sono stati rinvenuti cristalli di zircone datati tra 660 milioni e 2 miliardi di anni fa.  Nel 2013 un articolo apparso su Nature Geoscience avanzava l’ipotesi che potessero provenire dallo smantellamento di rocce molto antiche che formavano un antico continente scomparso. Gli unici indizi erano delle piccole anomalie gravitazionali che ne ‘ricordavano’ la presenza.  Al di sotto dei continenti esiste infatti un particolare tipo di crosta terrestre che ha caratteristiche ben diverse da quella che si trova nei fondali oceanici e la presenza degli zirconi ne testimonia la presenza.

Mauritia doveva far parte del supercontinente meridionale Gondwana (che era formato dalle masse continentali di Africa, Sudamerica, India, Madagascar, Australia e Antartide) che circa 180 milioni di anni fa iniziò a frantumarsi. Intorno a 90 milioni di anni fa si staccarono dall’Africa anche Madagascar e India, che poco dopo si separarono a loro volta. L’India scivolò poi verso nord-est andando a scontrarsi con l’Asia, dove corrugò il Tibet e innalzò le grandi catene montuose dell’Himalaya e del Karakorum.

 

 

 

scroll to top
TimeStars